Gli integratori alimentari: buon sostituto della frutta?

Da anni ormai veniamo travolti sempre più di sovente da pubblicità che ci propongono un’ unica soluzione a una miriade di problemi: irregolarità intestinali, disturbi del sonnoossa debolicaduta dei capelli, pelle secca (o viceversa, acne!) e chi più ne ha più ne aggiunga. Sono pubblicità di integratori alimentari, ma questi prodotti possono sostituire un'alimentazione corretta, in particolare un alimento molto utile come la frutta?

La grande maggioranza dei nutrizionisti e degli esperti del settore alimentare sono concordi nel rispondere no. Purtroppo, o per fortuna,  ad oggi non esistono pillole di qual si voglia tipo in grado di sostituire totalmente la frutta.

Prima di tutto perché la frutta, così come la verdura, contiene abbondanti quantità di fibre vegetali, le quali esercitano una azione protettiva dell’intestino a livello diretto, e del metabolismo a livello indiretto.

Bisogna poi tenere conto del fatto che la maggior parte di coloro che si ritrovano ad utilizzare integratori lo fanno perché spaventati da campagne di marketing costruite ad arte per convincere l'utente medio del fatto che non può fare a meno di determinate pastiglie. In oltre va considerato che per evidenziare e capire bene il livello di deficit che una persona può avere nei confronti di una determinata vitamina  andrebbero eseguite diverse analisi del sangue, ripetute a intervalli di tempo regolari e abbastanza brevi, per poter avere dall’elaborazione dei dati  un risultato più accurato.

Ci sono poi casi in cui un consumo errato di integratori, soprattutto di quelli contenenti vitamine singole, può portare squilibri anche gravi all’interno dell’organismo.

Naturalmente gli integratori  non devono essere banditi, anzi soprattutto se sono di origine vegetale, con manipolazioni minime, e se sono usati per lo più in casi di estrema necessità , per un recupero fisico o di remineralizzazione allora ben vengano, ma è sempre meglio accompagnarli a frutta e verdura.

Anche perché spesso gli integratori sintetici vengono assorbiti in maniera più difficoltosa dal nostro organismo rispetto ad alimenti naturali.

Concludendo si può dire che gli integratori possono risultare utili se assunti in maniera corretta, preferibilmente  sotto suggerimento e controllo di un medico, ma che non possono comunque sostituire la frutta in una dieta sana ed equilibrata.